Mi hai portato al mare

10,00

Come segni su tela sono i versi del Poeta Flavio Ciatto, a volte sapori incerti, sagome e figure essenziali delineate dalla sola sensazione e viaggi senza definita mèta che trovano ragione d’essere nel viaggio stesso. “Mare” come inquietudine senza confini e orizzonti desiderati, continua ricerca di un’isola fatta di ricordi carezzevoli, miti, affettuosi…materni. Aleggia, brezza gentile (profumo di salsedine) tra i versi, la presenza vigile della Madre a placare l’animo inquieto come respiro profondo ad occhi chiusi e muovere la penna del Poeta, tra le onde dei pensieri tormentati dai venti dell’anima.

Anno pubblicazione: 2019 – pagine 72 – Isbn: 978-88-900965-8-7

Descrizione

Come segni su tela sono i versi del Poeta Flavio Ciatto, a volte sapori incerti, sagome e figure essenziali delineate dalla sola sensazione e viaggi senza definita mèta che trovano ragione d’essere nel viaggio stesso. “Mare” come inquietudine senza confini e orizzonti desiderati, continua ricerca di un’isola fatta di ricordi carezzevoli, miti, affettuosi…materni. Aleggia, brezza gentile (profumo di salsedine) tra i versi, la presenza vigile della Madre a placare l’animo inquieto come respiro profondo ad occhi chiusi e muovere la penna del Poeta, tra le onde dei pensieri tormentati dai venti dell’anima.

Flavio Ciatto (1951-2014), romano con legami veneti e siciliani da parte dei genitori, musicista di professione diplomato al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia. Unitamente alla primaria attività musicale, si dedica, fin da adolescente, alla poesia come altro rifugio di intimità, cercando di “fissare”, con schemi semplici, minimali, ciò che l’intuito lascia intravedere per istanti brevissimi ectoplasmatici aspetti del vivere comune e svelare la sottile introspezione di segnali da sogni ad occhi aperti, impalpabili. Deve la raccolta dei primi scritti ad Achille Pace, esteta, pittore avanguardista della scuola romana degli anni sessanta e docente presso l’Accademia di Belle Arti in Roma, il quale ha saputo cancellare gli aspetti di riservatezza di Ciatto mettendo nel giusto piano di valutazione la sua poesia e renderla quindi pubblica. Flavio Ciatto è stato vincitore del 7° concorso Habere Hartem, gli è stata pubblicata la raccolta “Grammi e Fotogrammi” per la Aletti Editore, è stato scelto per l’antologia “Altre Sembianze”, un audiolibro sempre edito da Aletti ed ancora selezionato nel 2006 per l’antologia “dedicato a…”, per Antiquaviva ha pubblicato “Capricornus” e “Il viaggio ritrovato”; le sue opere sono conosciute in Spagna, Germania, Svizzera, Belgio, Francia, U.K. e U.S.A; è stato intervistato per la poesia su RAI radio 2. Il suo libro “Odisseo” (2007) è stato ufficialmente segnalato all’unanimità dalla giuria del Premio Biennale Cluvium nel settembre 2008”. Ha ricevuto importanti riconoscimenti nelle edizioni 2012 – 2013, del concorso “Alberoandronico”, secondo premio al concorso nazionale di Civita Castellana nell’ottobre 2013 e nello stesso mese selezionata una sua poesia per il V concorso “Il Federiciano” con pubblicazione nell’antologia edita Aletti.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.7 kg
Autore

Editore

Formato di vendita

Cartaceo

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Mi hai portato al mare”